ENORMI VANTAGGI FISCALI PER I PENSIONATI ITALIANI IN TUNIA

Medina di Hammamet

 

Per poter usufruire della pensione defiscalizzata il pensionato, cittadino italiano, deve richiedere la residenza e vivere almeno 184 giorni in Tunisia, anche non consecutivi. Date queste condizioni la pensione sarà corrisposta dall’Inps al lordo quindi senza ritenute alla fonte in quanto, in virtù della Convenzione fiscale Italia/Tunisia, essa sarà tassata non più dallo Stato italiano bensì da quello tunisino e si pagherà SOLO sul 20% della pensione lorda.

Ma i vantaggi non si fermano qui, c’è da aggiungere il minor costo della vita, quasi un terzo, che consente una certa agiatezza anche a quei pensionati che dispongono di una modesta pensione, inoltre questi vantaggi sono estesi anche agli EX-INPDAP: ricevere la pensione al lordo come ai pensionati INPS.

La Tunisia ha molte strutture sanitarie private bene attrezzate con costi inferiori a quelli italiani. Una visita specialistica costa meno del ticket che si pagherebbe in Italia.

Senza dimenticare che il clima favorito da 300 giorni di sole all’anno trasforma la Tunia una meta di vita che ha il sapore di una lunga vacanza.

mail: info@tunisiadaamare.it                                                                Facebook: Tunisia da Amare – Amici di Tunisia da Amare          Cell/whatsApp: 00216/24827275